Biennio 2004 - 2006

Laura Dagnino

Presidente del trentennale

STORIA

Lo Zonta nasce nel 1919 a Buffalo (USA), diventa internazionale nel 1927 con l’istituzione di un club a Toronto, in Canada.

Nel 1928 viene stabilita la sede permanente, tuttora operante, a Chicago; nel 1930 nasce a Vienna il primo club europeo; nel 1963 il primo club italiano a Milano.

Attualmente esistono club Zonta in tutto il mondo con circa 33.000 socie, in 69 paesi nei cinque continenti ed altri sono in corso di formazione in diversi paesi dell’Europa dell’est.

 

ORIGINE E SIGNIFICATO DEL NOSTRO DISTINTIVO

Questi cinque segni simbolici degli indiani Sioux costituiscono il nostro distintivo: anche il termine Zonta è tratto dalla lingua Sioux e significa retto, onesto e degno di fiducia.

Simboleggia la luce ed i raggi solari oppure un improvviso fulgore.

Rappresenta il concetto di “solidarietà” o “di associarsi per un determinato fine”.

Configura il concetto di “sorreggere in comune”, procedere insieme.

Significa Rifugio, difesa, protezione.

Personifica i due valori della dirittura morale e della fiducia.

 


 

COSTITUZIONE DEL CLUB ZONTA ALASSIO-ALBENGA

L’11 settembre 1976, nella sala Consiliare del Comune di Alassio, la Governor del Distretto XIV Irène Bellicard, alla presenza della Presidente Internazionale France de La Chaise Mutin consegna a Marcella Capriotti, Presidente- charter, la Charter al Club Alassio Area.

Nel 2005 lo Zonta Club Alassio Area diventa, con modifica statutaria, Zonta Club Alassio- Albenga.

 

SOCIE FONDATRICI

  • Camilla Berio Venturino
  • Alicia Bruno Filippi
  • Maura Chinazzi
  • Binny Dobelli
  • Elena Dogliotti Dotti
  • Giovanna Ferraris
  • Luciana Marchiano Genuardi
  • Teresita Mauro Gualco
  • Marcella Monaco Capriotti
  • Amina Mora Cappato
  • Pina Nagel
  • Marina Noberasco Villa
  • Romana Patriarca Salogni
  • Gabriella Peluffo Schivo
  • Maria Grazia Pozzi
  • Angela Ramella De Pietri
  • Graziella Santini Cauli
  • Anna Siccardi Bruzzone
  • Annalisa Wehoski Malpezzi
  • Maria Rosa Zunino Nante

PRESIDENTI DEL TRENTENNIO

  • 1976-1978 Marcella Monaco Capriotti
  • 1978-1980 Elena Dogliotti Dotti
  • 1980-1982 Adelina Pescetto
  • 1982-1984 Pina Nagel
  • 1984-1986 Annalisa Wehoski Malpezzi
  • 1986-1988 Vera Pelle Marchiano
  • 1988-1990 Mariangela De Andreis Gerini
  • 1990-1992 Adele Freund Zipser
  • 1992-1994 Luisella Banchieri Bergia
  • 1994-1996 Gabriella Peluffo Schivo
  • 1996-1998 Antonina Brugna Gioberti
  • 1998-2000 M.Grazia Guerrini Franchi
  • 2000-2002 Luisella Banchieri Bergia
  • 2002-2004 Adele Salada
  • 2004-2006 Laura Dagnino Basso

 

ATTIVITA’ DEI TRENT’ANNI DELLO ZONTA CLUB ALASSIO - ALBENGA

L’attività si è svolta, con l’entusiasmo e la disponibilità di tutte le socie, su due livelli:

  • locale, con interventi sociali, culturali e promozionali di vario genere, sempre riservando particolare attenzione alla condizione femminile;
  • internazionale, sia supportando le attività di Zonta International, sia con iniziative proprie.

Alcuni services hanno incontrato un notevole successo e si sono mantenuti nel tempo, premiando la volontà ferrea del Club di donare alla Comunità servizi duraturi:

  1. Unitre Alassio

Il Club di Alassio-Albenga è particolarmente orgoglioso di avere istituito la prima Università della terza età della Provincia di Savona, nell’ormai lontano 1982, superando molte difficoltà ed accollandosene tutta l’organizzazione, dalla stesura dello statuto al reperimento delle sedi e dei docenti, dalla organizzazione dei corsi e dei laboratori ai rapporti con le istituzioni pubbliche. Riteniamo anche di aver aperto la strada alla futura nascita di altre UNITRE consorelle. Il processo di “osmosi” tra Zonta ed UNITRE continua tuttora: Presidente è la Past A.D. Elena Dotti, zontiane le vice-presidenti e alcuni membri del consiglio direttivo, zontiane le docenti di psicologia, medicina, danza e ginnastica dolce. Inoltre le zontiane danno il loro contributo nelle attività collaterali, partecipando attivamente ad ogni manifestazione (gite, feste, conferenze, mostre, ecc.) e svolgendo lavoro di segreteria.

  1. Premio ''Una donna per la sua città''

Il Club ha avuto l’idea di questo riconoscimento per rendere omaggio e dare il giusto rilievo a personalità di donne che, in un passato più o meno recente, hanno operato al servizio della propria città nel promuovere eventi culturali, sociali od artistici e, vivendo con entusiasmo e passione ruoli importanti nell’ambito degli studi e del sociale oltre che della famiglia, hanno in tal modo impersonato gli ideali zontiani. Il premio, consegnato con cerimonia pubblica, alla presenza di autorità Comunali e Provinciali, è già stato assegnato sette volte.

  1. Percorso Vita

Si tratta di un percorso guidato, attrezzato come palestra all’aperto, situato in mezzo ai pini ed alla vegetazione mediterranea in splendida posizione collinare con vista sulla Baia del Sole ad Alassio, a completa disposizione della cittadinanza e dei turisti. È uno dei services più “vecchi”, ideato nel 1976, approvato dal Comune che ha concesso il terreno nel 1982, inaugurato nell’85 con l’intervento dell’allora Ministro dell’Ecologia.

  1. Service Istituto Alberghiero

Il service è nato nel 1977 e rientra nell’ambito dell’attività culturale del Club. Inizialmente prevedeva una borsa di studio a favore dell’alunna più meritevole del Corso Sala e del Corso Cucina dell’Istituto Alberghiero di Alassio ed era finalizzato alla specializzazione nella conoscenza di una lingua straniera da perfezionarsi in città europee, sedi di Clubs Zonta. Nel prosieguo del tempo la borsa di studio è stata trasformata in un concorso per gli allievi che frequentano tutti i 3 settori: cucina, sala e bar, segreteria turisticoaziendale. Vengono premiati da una giuria composta di esperti e zontiane i primi classificati nelle prove di gastronomia a tema, i migliori cocktails, i migliori lavori di presentazione e marketing.

  1. Zonta Challenge Cup ''Vera Marchiano''

Istituita nel 1997 in memoria dell’amatissima socia e past-President Vera Marchiano, prematuramente scomparsa, la Zonta Challenge Cup “Vera Marchiano” si svolge ogni anno ad Alassio nell’ambito del Meeting Internazionale della Gioventù organizzato dal Circolo Nautico e dal Comune e premia il primo classificato della Classe Optimist.

  1. Restauro dei Leoni Di Albenga

I leoni, in sasso piperino, sono un elemento decorativo fondamentale dell’omonima piazzetta, uno degli angoli più celebrati e romantici della vecchia Liguria. Il restauro conservativo rientra nel programma di interventi di carattere ambientale, ma indubbiamente va oltre come significati ed importanza: è stato progettato dal Club con la volontà di lasciare un segno di presenza positiva sul territorio, che sfidi anche il tempo. L’allestimento del progetto è avvenuto in concomitanza di intenti con l’Istituto di Studi Liguri e la Sovrintendenza alle Belle Arti e la sua realizzazione è stata sponsorizzata dal Cav. Pierluigi Noberasco, Presidente della Noberasco S.p.A., e si è concretizzato come un atto d’amore di un albenganese per la sua città. Ora i tre leoni, tornati in salute, dominano la piazzetta dalla loro posizione simmetrica e una targa ricorda ai visitatori il nostro intervento.

  1. Restauro Della Cappelletta di Alassio

Il service è dedicato alla memoria della socia fondatrice e past-President Pina Nagel ed è il più impegnativo e prestigioso del biennio ‘94-96. La Cappelletta, prospiciente il porticciolo turistico di Alassio e dedicata ai caduti del mare, è il monumento storico più amato e conosciuto della città. I lavori di restauro, riguardanti sia l’esterno sia l’interno, sono durati alcuni mesi e sono stati seguiti e coordinati nelle varie fasi da un gruppo di zontiane. Al finanziamento hanno partecipato, assieme al Club, il Comune di Alassio, l’Azienda di Promozione Turistica e le Associazioni di categoria degli operatori commerciali, alberghieri e turistici.


Si propone un riepilogo globale dell’attività in ordine cronologico, al fine di richiamare alla memoria la nostra trentennale storia, attraverso un percorso di servizio strettamente correlato al tessuto socio-culturale del territorio sul quale il Club è nato e si è sviluppato:

 

1976-78

  • Interventi a favore degli handicappati e donazione all’Istituto Italiano per i Ciechi di due bastoni di tipo americano con suono avvertimento pericolo.
  • Serata conviviale con il pittore Walter Molino; il ricavato dalle caricature richieste viene devoluto all’Istituto Tumori di Genova per la lotta contro il cancro.
  • Viene progettato un “Percorso Vita”, da realizzarsi nel Comune di Alassio.
  • Viene istituita una borsa di studio, di due anni consecutivi, a favore di ragazze meritevoli della Scuola Alberghiera Statale di Alassio, indirizzo Sala e Cucina.
  • Gita sociale a La Spezia e visita guidata al Gofo dei Poeti e agli scavi archeologici della città romana di Luni.

1978-80

  • Si promuovono conferenze, aperte al pubblico, riguardanti i giovani, sui temi proposti dall’UNICEF di Roma per “l’anno del fanciullo”:

1. Conferenze del Dr. Mario Pescante, Segretario Generale del CONI sul “Diritto dei giovani allo Sport”.

2. Conferenza del Prof. Moretti su “L’handicappato in età evolutiva”, presente Nadia Merzagora, chairman del Comitato Nazionale relativo all’anno del bambino.

  • Accoglienza a Lady O’ona Chaplin in occasione della consegna, da parte del Comune di Alassio, della scultura di “Charlot”.
  • Incontro con lo scrittore Piero Chiara con l’adesione di numeroso pubblico.
  • Commemorazione di Amelia Earhart presso l’Aeronautica Militare di Capo Mele (Andora) con proiezione di un filmato sulla vita dell’aviatrice, richiesto a H.Q. Chicago.
  • Intervento a favore del ragazzo vietnamita Triuh Hoag Hing, ospite del Club.

1980-82

  • Intervento pro handicappati (acquisto di un tappeto scorrevole per attività motoria e di un ventilatore polmonare, completo di accessori) con il ricavato di un concorso indetto tra i commercianti di Alassio per la “Vetrina più bella”, con l’offerta di quadri di pittori locali.
  • Due serate dedicate al problema droga: la Signora Barbara Massone e il Dottor Giuseppe Giuliano dell’Associazione contro la diffusione della droga espongono ed illustrano con diapositive un programma di informazione a livello locale.
  • Relazione dei prof. C. Nadin e W. De Pirro sulla lotta contro i tumori.
  • Commemorazione di Amelia Earhart presso l’Aero Club Savona e Riviera Ligure: ospite d’onore la comandante Fiorenza De Bernardi.
  • Partecipazione a “Concorso Nazionale di Poesia”: assegnazione di coppa al vincitore, in memoria della compianta socia Angela Ramella De Pietri.

1982-84

  • Intermeeting con i Club di Savona e Sanremo e relazione della dott. Adele Caruso Scavino del Club Milano 1 sul tema “Prospettive di collaborazione tra le associazioni femminili attraverso il Consiglio Nazionale della Donna”.
  • Interventi a favore di anziani e handicappati.
  • Istituzione della Università della Terza Età (UNITRE) e realizzazione del progetto “Percorso Vita”, fiori all’occhiello permanenti nella città di Alassio.
  • Campagna di sensibilizzazione pro donazione organi:
  • Raccolta di fondi a favore del Centro Trapianti di Genova.
  • Relazione sul tema del prof. Umberto Valente, Primario del reparto trapianto organi dell’Ospedale San Martino di Genova, dell’avv. Donato Cangiano, per la parte giuridica, del dott. Giancarlo Ardissone, specialista in psicologia.

1984-86

  • Inaugurazione del 1° anno accademico dell’UNITRE con la partecipazione di molte Autorità e zontiane di Clubs italiani e stranieri.
  • Interventi a favore degli handicappati e della Lega Italiana Tumori.
  • Inaugurazione del “Percorso Vita” con la partecipazione del Ministro Biondi.
  • Si festeggia il Decennale del Club e, contemporaneamente, il gemellaggio con lo Zonta Club Martigues (Francia).

1986-88

  • Sensibilizzazione al problema della fecondazione artificiale con serate di discussione condotte dalla socia dott. Gabriella Peluffo.
  • Campagna pubblicitaria sui problemi ecologici: conferenza pubblica del dott. Mario Fazio, presidente di Italia Nostra, sul tema “Rovina e recupero del Bel Paese”.
  • Concorso fotografico sul tema “Si deve salvare”, svolto quale contributo del Club al servizio nazionale per l’ecologia.
  • Offerta alla locale Associazione femminile di calcio.
  • Intermeeting con il Panathlon Club dedicato alla “Coppa America”, con intervento della giornalista Ida Castiglioni.
  • Serata commemorativa di Amelia Earhart presso la base Aeronautica Militare di Capo Mele (Andora): relazione sulla vita dell’aviatrice da parte della Chairman e intervento dell’addetto meteorologo.
  • Incontro con le zontiane di Imperia e visita culturale alla cittadina di Cervo.
  • Corso di cucina per zontiane ed amiche presso l’Istituto Alberghiero di Alassio.

1988-90

  • Si istituisce un “Corso di composizioni floreali”, conclusosi con una serata conviviale.
  • Intervento sulla prevenzione dei tumori della donna: patrocinio di conferenza del prof. A. Anfossi, Primario dell’Ospedale di Albenga, e P. Conte dell’Istituto Tumori di Genova e intervento finanziario per la creazione di un ambulatorio di senologia.
  • Consegna di un “bip-bip” cerca persone alla Croce Bianca di Alassio.
  • Consegna di due borse di studio a studentesse di sala bar e di cucina dell’Istituto Alberghiero di Alassio, a continuazione di un importante service.
  • Incontro con le amiche francesi del Club gemello di Martigues e visita alle città di Alassio e di Albenga.
  • Si interviene nel campo dello “Status della donna” con un apposito comitato operante a contatto con l’AIDOS per il progetto UNIFEM.
  • Studio e progetto di restauro dei leoni dell’omonima piazza di Albenga.
  • Intervento finanziario a favore dell’Ass. FUTURA-ANIRE per la ippoterapia ai bambini portatori di handicap.
  • Serata commemorativa di Amelia Earhart, con conferenza della dott. G. Grosso sul tema “Le Olimpiadi nell’Antichità” e partecipazione dell’Area Director Gianna Vernola.

1990-92

  • Partecipazione alle “Celebrazioni colombiane” di Genova con la relazione della socia prof. Rosangela Vano sul tema “Il ruolo socio-economico della donna nella Comunità Ligure del Cervo nel XIV secolo”.
  • Consegna di due borse di studio alle migliori allieve di sala bar e cucina dell’Istituto Alberghiero di Alassio.
  • Consegna di un “bip-bip” cerca persone alla Croce Bianca di Albenga.
  • Cerimonia di inaugurazione e presentazione al pubblico del restauro conservativo dei leoni dell’omonima piazzetta di Albenga.
  • Celebrazione dell’Amelia Earhart Day con conferenza sul volontariato della prof. Fernanda De Benedetti, past Area Director.
  • Tavola rotonda sulla fecondazione artificiale con la partecipazione del prof. Eolo Parodi, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, dell’avv. Fernanda Contri, Membro della Commissione Nazionale Parità, del prof. Don Fabrizio Fabris, responsabile dei Consultori Diocesani, e del prof. Pierdomenico Brizio, Primario di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale di Albenga.
  • Istituzione del “Riconoscimento Pina Nagel”, da attribuirsi ai docenti che hanno operato per 5 anni nell’ambito dell’UNITRE.
  • Istituzione “Coppa Golf” in collaborazione con il Golf Club di Garlenda.

1992-94

Relazione sul ruolo e sulla condizione sociale della donna nei paesi arabi, del Gen. dott. Domenico Nisi, nella serata commemorativa di Amelia Earhart.

  • Concorso “Giovani donne nella vita pubblica” con premiazione delle vincitrici nella Sala Consiliare del Comune di Albenga, alla presenza di numerose Autorità, in occasione della “Festa della donna”.
  • Service CUAMM: attraverso il Collegio Universitario Aspiranti Medici Missionari, viene finanziato un progetto di supporto all’asilo nido del personale infermieristico femminile dell’Ospedale di Arua in Uganda. A testimonianza del service è stata posata nell’asilo una targa dello Zonta Club Alassio-Area.
  • Interventi a favore delle donne bosniache, delle case di riposo di Albenga e di Alassio e del service nazionale “Levi Montalcini”.
  • Prima edizione del premio “Una donna per la sua città”: viene premiata Rina Gallea, pioniera della diffusione di cultura ed attività sociali in Alassio, prima donna in Italia Assessore alla Sanità e Servizi Sociali nel 1946.
  • Programmazione del restauro della Cappelletta di Alassio e serata di gala al Parco San Rocco finalizzata alla raccolta di fondi per i lavori.
  • Conferenza del Vescovo di Albenga e Imperia sul tema “Il ruolo della donna in famiglia”.

1994-96

Riconoscimento “Una donna per la sua città” a Milly Anfossi Leali, pioniera della ricerca archeologica nelle valli di Albenga, nel giorno commemorativo di Amelia Earhart (gennaio 1995) e a Rosita Vacca, pioniera del turismo ad Alassio, sempre nel giorno commemorativo di Amelia Earhart (gennaio 1996).

  • Concorso “Giovani donne nella vita pubblica”, con premiazione delle vincitrici nella sala conferenze di Palazzo Morteo ad Alassio.
  • Restauro della Cappelletta di Alassio e cerimonia di presentazione alla cittadinanza.
  • Contributo al service internazionale “Salute della donna” con relazione della psicologa Gianna Schelotto sul tema “Una fame da morire, anoressia e bulimia”.
  • Partecipazione Workshop sulla “Educazione sessuale nel campo della contraccezione”, con intervento sul tema “Contraccezione e tumori”.
  • Partecipazione in collaborazione con il Comune di Alassio, agli “Incontri al femminile: progetto donna anno 2000”.
  • Intervento a favore del Telefono Azzurro (vendita ortensie).
  • Celebrazione ventesimo anniversario e Workshop sul tema “La comunicazione tra gli Zonta Clubs Italiani”.

1996-98

  • Istituzione Zonta Challenge Cup “Vera Marchiano”.
  • Continuazione partecipazione agli “Incontri al femminile” su temi di psicologia, sessuologia, medicina, dietologia, arte, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Alassio e con relazioni di alcune zontiane.
  • Premio “Una donna per la sua città” alle sorelle Emma ed Adriana Croce, figure di rilievo operanti in vari campi del volontariato albenganese.
  • Partecipazione al Workshop di Area “La violenza contro le donne e i bambini nel bacino del Mediterraneo” con relazione sul tema “La violenza nel campo della salute” della socia Gabriella Peluffo.
  • Concorso “Giovani donne nella vita pubblica”.
  • Conferenza “Telefono Azzurro”, non solo una risposta telefonica: cos’altro? ”della dott. Luisella Colosio e della Coordinatrice Responsabile di Sede del Comitato per il Telefono Azzurro, sede di Rapallo, Daniela Fumel.
  • Concorso gastronomico e fotografico tra gli allievi dell’Istituto Alberghiero.

1998-2000

Service in favore della neo-costituita “Associazione dott. Ermanno Geddo per la diagnosi e cura delle neoplasie del sistema nervoso” operante nell’ASL e nell’Ospedale S. Corona di Pietra Ligure: donazione del ricavato della vendita di 100 acqueforti della socia e pittrice Binny Dobelli.

  • Riconoscimento “Una donna per la sua città” il primo anno a Rina Ivaldi, alassina e il secondo anno a Maria Grangiotti, albenganese, ambedue distintesi per l’attività di volontariato sociale.
  • Gita culturale a Ravenna e Ferrara.
  • Convegno”2000 anni di Cristianesimo ad Albenga” organizzato in occasione del Giubileo del 2000.
  • Serata di gala con raccolta fondi per l’Associazione dott. E. Geddo.
  • Spettacolo di danza della Scuola di Iris Gaburri a favore delle popolazioni jugoslave colpite dalla guerra.

2000-2002

Mostra “Amelia Earhart e le donne del cielo”patrocinata dall’Assessorato alla Cultura, presso la sede dell’ associazione Vecchia Alassio, con intervento, all’inaugurazione, del giornalista Massimo Zamorano su “Il percorso dell’emancipazione femmonile da pilota a giornalista a reporter di guerra”.

Utilizzazione cospicuo lascito destinato per espressa volontà della compianta past-President Adele Zipser “ad opere di beneficenza per persone bisognose locali” mediante due services:

  • intervento a favore di un giovane che, a seguito di incidente stradale, ha subito l’amputazione di una gamba.
  • sostegno alla Comunità Il Cenacolo di Giustenice, per il recupero dei tossicodipendenti.
  • Nomina a socia onoraria del Club della signora Maria Teresa Cassini Moresco, pioniera del volo femminile e nostra vecchia amica.
  • Spettacolo di danza della scuola della socia Iris Gaburri con incasso devoluto all’Associazione Dott. E. Geddo.
  • Organizzazione IV Riunione delle Presidenti dell’Area 3.

2002-2004

Corso di cucina “La dieta mediterranea” presso l’Hotel Beau Rivage, di proprietà della Presidente. Ricavato devoluto il primo anno a favore delle popolazioni colpite dal terremoto e il secondo anno a favore dell’ “Anti-trafficking Project” di Z.I., contro il traffico di donne e bambini in Bosnia Erzegovina.

  • “Progetto Prevenzione Salute”: svolgimento presso la Clinica San Michele di Albenga di una serie di conferenze-dibattito aperte al pubblico su vari argomenti (senologia, podologia, allergologia, cefalee) con intervento di numerosi medici specialisti.
  • Mostra “Africa: tessuti e colori”, tenuta presso la sede dell’Associazione Vecchia Alassio, con materiale fornito dal Gruppo Solidarietà Africa del Dott. Viganò, al quale viene devoluto il ricavato della tombola di Natale.
  • Coppa Zonta di Golf, presso il Golf Club di Garlenda.
  • Riconoscimento “Una donna per la sua città” ad Olga Freghetti, poetessa e scrittrice di antica famiglia alassina, autrice del romanzo “Un solitario per Desirée”.
  • Service di Area “I fenomeni televisivi e la loro influenza sui ragazzi”:.
  • incontro-dibattito con il prof. Paolo Crepet, a seguito della distribuzione agli alunni delle scuole medie di Albenga di un questionario sul tema, formulato ed elaborato dalla socia Elena Pedone. Il materiale risultante è stato poi accolto su CD.
  • Serata “Donna: tutto si fa per te” presso la discoteca Le Vele, a favore di una Casa di Accoglienza per donne sfuggite al racket della prostituzione.

2004-2006

  • Service di Area “Dalla vita per la vita” conferenza destinata particolarmente al pubblico femminile per informare e sensibilizzare sull’importanza della donazione del cordone ombelicale. Relatori il prof. Garzarelli, dirigente del Servizio Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale San Paolo di Savona e il dott. Marcato dell’ADISCO.
  • Convegno “I Templari ad Albenga”, organizzato in collaborazione con il Lions Club Albenga Host.
  • Celebrazione Rose Day con la donazione di un roseto di rose gialle alle case di riposo di Alassio e Albenga.
  • Conferenza “O.G.M. o non O.G.M.? Le ragioni di una scelta” tenuta dal dott. G. Minuto, Direttore del Centro di Sperimentazione Agricola di Albenga, patrocinata dalla Camera di Commercio e dal Comune di Albenga.
  • Service sul bullismo “Bulli di cartone ad Albenga” in collaborazione con il Comitato per il Telefono Azzurro, sede di Albenga: intervento ludico-educativo di operatori specializzati dell’Ente Morale SOS Il Telefono Azzurro su 140 ragazzi della scuola media.
  • Conferenza sul microcredito della prof. A. S. Giletti, Docente alla Facoltà di Economia dell’Università di Torino.
  • Conferenza dell’avv. A. M. Bernardini De Pace, con presentazione del libro “Mamma non m’ama, le madri cattive esistono”.
  • Ripresa del Concorso Giovani Donne nella Vita Pubblica.
  • Riunione delle Presidenti dell’Area 3 e trentennale del Club.

 

                LINK UTILI

     (cliccare sull'immagine)

 

Anno di fondazione:

1976

 

Numero di Club:

781

 

Area:

03

 

Distretto:

30

 

Presidente in carica

2018 - 2020

Giusy NALBONE

 

Sede:

            Hotel dei Fiori             

Viale Guglielmo Marconi, 78     17021 Alassio (SV)

Sito realizzato e gestito dal Club

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Zonta Club of Alassio Albenga